eiaculazione Precoce?

Ho La soluzione al tuo problema: EIACULAZIONECONTROLLATA.COM

Legge di Attrazione? Ecco come puoi realizzare i Tuoi Desideri!

Con l'Attenzione, ho cambiato la mia vita! Ecco l'audio-corso


CLICCA QUì E ACCEDI AL SISTEMA



lunedì 13 settembre 2010

Quanto tempo, cosa cambia, c'è un reale riscontro nella vita?

Il titolo del post esprime una domanda molto ricorrente a chi decide di affacciarsi a questa corrente di pensiero. Ci pensa un po' su.. ci prova qualche settimana ( quando va bene ) e poi abbandona.

Accade molto spesso quando si parla di "pensiero positivo" poichè come detto più e più volte, da solo, non è sufficiente. Inoltre, approfondire cosa significa pensiero positivo, richiede del tempo che le persone negano a se stesse per evitare a priori l'argomento croiolandosi in uno stato di malessere tale da costituire un'abitudine talvolta troppo forte da pensare di poter invertire la rotta ( ed i pensieri ).


Il tempo del cambiamento è molto relativo. C'è chi parla di settimane, chi di mesi, chi addirittura di soli 21 giorni (che da una parte è anche vero).
Sostanzialmente non esiste un tempo prestabilito per determinare un cambiamento radicale del proprio essere ( che di fatto è possibile ). Dipende dall'impegno, dalla costanza e dalla reale volontà di sentirsi meglio. Così come dipende dagli stimoli che inducono una persona a cambiare.

Per pensiero positivo non intendo "beh, ho fallito questa cosa ci sarà un riscontro positivo in qualcos'altro". Sicuramente è vero, come sicuramente è vero che questo tipo di fallimento, è solo un insegnamento per capire come realemte andava svolto un certo tipo di lavoro/studio/azione o qualsiasi cosa sia.

Ci sono persone che scelgono di pensare positivo per alleggerire una pessima situazione personale iniziando così a generare pensieri positivi e che possono così permettergli di vivere la vita più leggeri ma senza un reale cambiamento della propria vita sfociando così in una sorta di anonimato personale (non sta a me giudicare se sia giusto o sbagliato, concetti molto profondi che saranno sicuramente al centro di un post).

Ci sono persone che scelgono il pensiero positivo mettendo invece il vero benessere personale. Persone che imparano a coltivare il pensiero positivo dentro se stessi, cercando soluzioni migliori ad una certa situazione, ambizioni dove nessun ostacolo viene visto in realtà come tale, bensì come miglioramento personale.

e cosa cambia alla fine? NOI STESSI prima di tutto. Noi stessi nel profondo, nella struttura del nostro carattere, nella sicurezza in se stessi e nella capacità di perseguire e raggiungere un certo risultato, con inverosimilmente ogni circostanza a nostro favore. Circostanza che in realtà non esiste.

Il riscontro è quindi un vero e proprio cambiamento radicale della vita nostra, delle persone che ci circondano, degli amici che abbiamo, dell'andamento dei nostri affari, del lavoro che facciamo e così dicendo.

La prova? Io. Che certo non ho avuto un percorso facile ( e tutt'ora è in corso, il percorso non finisce mai ) che ho cambiato lavoro fino a capire cosa realmente voglio. Fino a conoscere una persona capendo che non ne ho bisogno, bensì voglia di starci insieme. Rispetto al "passato" è quindi cambiato ogni cosa.

Ecco cosa succede iniziando profondamente questo percorso. SEMPLICIMENTE TUTTO: un miglioramento totale della propria vita.

E questo parte da un'idea, da un modo di dire che ho riscontrato nella mia vita:

"noi abbiamo e siamo esattamente quello che sentiamo dentro noi stessi".

"come dentro così fuori"

A voi domande, commenti o silenzio.
Vi saluto con un abbraccio sincero

Francesco.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo!
Bellissimo post.

Max

fabiola ha detto...

come sempre (da i pochi mesi che conosco questo blog) le tue parole sono cariche di "carica". tra le righe ho colto proprio quello in cui più mi riconosco in questo periodo, ovvero la questione lavoro (cambiare per capire cosa realmente voglio). beh, non è facile indubbiamente ma nel tuo caso cosa è venuto prima, il cambio o la consapevolezza del cosa fare ( e poi aver cambiato)...giuro che non è domanda marzulliana :) grazie ciao

Francesco ha detto...

@ Max. Grazie mille per il commento

@ Fabiola: Intanto ti ringrazio sinceramente per la partecipazione al blog :))

E ti ringrazio per la bella domanda che mi poni.

La consapevolezza del cosa fare, sinceramente l'ho cambiata più e più volte prima di avere risposte sincere dal mio essere interiore. Ovvero comprendere ciò che realmente mi fa sentire bene.

Io cambiai così, su due piedi, stufo di quello che stavo facendo e convinto che continuandolo a fare non avrei neanche ricevuto delle risposte. Il cambiamento è stato un po' travagliato, più o meno lungo ( dipende dai punti di vista, giustamente differenti per ognuno di noi ).

A volte è proprio trovandosi in una situazione NON VOLUTA che capiamo che DIREZIONE VOGLIAMO PRENDERE E QUINDI SULLA QUALE CONCENTRARCI :) la così detta parte opposta. ed a quel punto, si deve pensare solo a quella. A dove vogliamo arrivare, LA META ULTIMA E FINALE.

Un abbraccio per il momento e rimango quì, a disposizione.

Francesco.

Realizzare I Tuoi desideri? Anima Gemella?

Finalmente è possibile!

Valuta il Mio Prodotto! Garanzia 100%


Entra in http://www.leggeattrazione.net/













Pensiero positivo © 2008 Por *Templates para Você*