eiaculazione Precoce?

Ho La soluzione al tuo problema: EIACULAZIONECONTROLLATA.COM

Legge di Attrazione? Ecco come puoi realizzare i Tuoi Desideri!

Con l'Attenzione, ho cambiato la mia vita! Ecco l'audio-corso


CLICCA QUì E ACCEDI AL SISTEMA



sabato 27 giugno 2009

Un mondo in cui tutto è possibile: con il cuore e con la mente.

Ho affrontato la prima paura due giorni fa.

Ho affrontato la mia seconda paura stamani mattina.
E chi l'avrebbe mai detto. Solo io potevo decidere di affrontarle, o comportarmi come sempre da perdente, da rinunciatario, da sconfitto, da chi poi rimane con il rimorso "chissà se..."

Da quale ne esco vincente? Da entrambi, perchè decido io che è sempre una vittoria. Che sia un insegnamento o un successo reale, è sempre positivo. Si impara dagli errori, si impara dai successi.

Ho seguito il cuore in modo positivo in entrambe le situazioni, e sento, adesso lo so, che da entrambe ricevo indietro qualcosa di positivo. Non so per quali via, se per via traverse, o dirette, ma so che le ricevo. Ci ho messo del bene, ed andrà bene.

Ogni esperienza ti cresce, ogni paura affrontata ti migliora.

E adesso...

Vi capita mai di sentirvi con una voglia incredibile di osare, di tentare, di fare una cosa ed avere però un blocco che vi ferma? A me succede, e son convinto a molti di Voi.

Pensaci adesso. Rifletti a tutte le volte che avresti voluto fare qualcosa. Una decisione importante, un provarci con un/a ragazzo/a ma paura di perderci l'amicizia, sentire che il lavoro che stai facendo non è il tuo, ciò che ti piace, ma "accontentarti" per paura di non poter trovare di meglio, e così altre miriade di esempi.

Chiedetevi una cosa adesso:

- sono paure reali? Siete sicuri di NON trovare altri lavori solo perchè lo dicono ai tg che c'è crisi? Comprate i giornali di offerte di lavoro e date un'occhiata, poi ditemi.

- siete sicuri di rovinare un'amicizia solo perchè sentite il "dovere" di darvi una possibilità con una determinata persona abbattendo pregiudizi e "vincoli" interiori? Lo decidete Voi coi vostri pensieri, badate bene. Se andate di indugio o con quella paura, il vostro comportamento sarà tutto una conseguenza. E' normale sia così, la vostra mente deve assecondare il vostro volere, deve farlo.

E quindi rifletti adesso: un blocco del genere che ti porta ad evitare di fare determinate cose, porta felicità? Ti porta felicità pensare " chissà se...." "potevo provare, avrei potuto darmi una possibilità con quel lavoro... con quella ragazza, con quell'avvenimento, festa, e così via" , avrei potuto ma.... Senti la frustrazione che invece ti appartiene.

Io sto imparando ad eliminarlo.
E riferito solo a chi, come me, fino ad adesso, ha avuto dentro quella sensazione del "avrei potuto ma..." Provate anche voi a dire: "potevo provare, potevo farlo.... e l'ho fatto"!

Io ci sento molta più potenza, mi sento molto più attivo nei confronti della vita, facendo in modo da essere io controllare la mia vita, e non la vita che controlla me. Le conseguenza le dovete poi accettare, e sarà molto più semplice di ciò che credete una volta appreso almeno la base del "pensiero positivo", del motivarsi.

Io adesso scelgo questo per la mia vita:
- voglio soddisfazione
- voglio dire "almeno ci ho provato a cambiare la mia vita, e voglio perseverare"
- voglio amare liberamente ed incondizionatamente
- voglio il meglio per me
- voglio successo personale

E vedo che qualcosa inizia a smuoversi, ed è favoloso.

E immagino..... mi immagino...

Immagino una distesa verde, un campo aperto dove io posso scegliere la direzione da prendere, verso quale direzione decido di correre,

Immagino l'abbraccio tenero delle persone alle quali voglio bene, l'amore del mio animaletto sempre incondizionato tanto quanto lo è il mio per lui,

ed ascolto il soffio del vento che entra dalle finestre, quel soffio che senti in mezzo al silenzio e decido di aprire la finestra, decido di farmi accarezzare il viso, la fronte, da fargli prendere un mio desiderio e di portarselo con se, nell'infinito realizzabile, il mio desiderio di bene per tutti voi che decidete di sentirvi più leggeri e liberi.

Io voglio essere felice.

Un abbraccio,
Francesco

lunedì 22 giugno 2009

Esempio pratico dell'aver paura su me stesso.

Sono mesi che sto lavorando su me stesso. Sono mesi che "focalizzo" la mia attenzione su ciò che voglio, e soprattutto lo scopo finale.

Inizialmente si muoveva poco, adesso, come se tutto stesse iniziando a cambiare, ricevo opportunità di continuo. E sapete che tipo di opportunità?
Tutte quelle ( ed anche di più ) che ho pensato in modo più positivo possibile in questi mesi.

Ed adesso che si stanno presentando a me, ecco la paura che si fa avanti.

La paura del "nuovo" la chiamo io. Quella paura che spesso ci fa perde opportunità.
Come fare per superarla? Bene, ci sto lavorando tutt'ora, e posso dire che in certi casi, dobbiamo fare nostro il motto " se hai paura di fare una cosa, FALLA".

Soprattutto appunto quando abbiamo solo da guadagnarci.

Mi si presentano splendide opportunità continuamente, incredibile. Una sto già rischiando di perderla, ( anche se dipende da me ) questa è davvero enorme come guadagno.

Ebbene, stamani mattina per superarmi ho deciso di andare a proporre ad altri questa opportunità, proponendola in modo positivo, entusiasta, felice per ciò che può dare in termini di salute ed economici.

Ebbene, su 2 proposte, ho ricevuto due SI, vogliamo partecipare anche noi.
P.s. per sapere di cosa si tratta, se volete potete dare un'occhiata qua:
www.guadagnare-pc.blogspot.com

Oppure contattarmi quì: ulisse93@yahoo.it

Quindi come vedete, a volte le paure ci fermano solo dall'ottenere dei risultati, e queste paure son solo frutto dei nostri modi di pensare sbagliati.

Valutare va bene, ma prima o poi, qualcosa per smuovere la nostra vita, lo dobbiamo fare.
Io so che questa opoortunità ha benefici abnormi, e allora, la paura a cosa serve? Chiedetevelo anche voi? Perchè ho paura? E' una paura reale? Rischio qualcosa? Posso in realtà ricevere dei benefici reali? Posso dare una svolta alla mia vita positivamente?

Se alle ultime due risposte avete risposto sì, e come queste ne pubblicherò moltre altre che a me sono davvero utili, è tempo di agire con tranquillità.

Un abbraccio, Francesco

martedì 16 giugno 2009

"Io non ci credo! Fidati, devi crederci!" E' sbagliato imporre le proprie idee agli altri.

Riceveremo sempre picche.

Leggete bene, sicuramente riguarda ognuno di Voi.

I primi a doverci credere siamo noi. Se cerchiamo di imporre la nostra idea, dall'altra parte verrà vista come "insicurezza" da parte nostra. Siamo noi che dobbiamo crederci e parlarne tranquillamente ed entusiasti. Gli effetti si vedranno poi nel tempo.

" Scusa Francesco, ma di cosa stai parlando? Credere in che cosa?"
Sì, avete ragione, in qualsiasi cosa.

Qualsiasi sia la vostra credenza, riguardo la proposta di un lavoro, riguardo il "pensiero positivo" che migliora radicalmente la vita ed il trascorrere le giornate, riguardo i valori e gli affetti.
Non dobbiamo imporci, bensì condividere in modo sereno e convincente la nostra "credenza", il nostro "credo" qualunque esso sia.

Ed anche su questo siete liberi di pensarla come volete, posso solo dirvi di rifletterci, e se poi lo ritenete opportuno, tornerete su questo blog e mi contattate. Io lascio liberi, in modo sereno, consapevole che la mia vita sta migliorando, e l'unica persona a cui lo devo dimostrare è me stesso.

Alcune sere mi ritrovo a dire che "è bellissimo" tutto questo. Non mi era mai capitato ragazzi giuro. I risultati del mio modo diverso di pensare ed affrontare la vita sta cambiando e migliorando, perchè questo è quello che ho deciso. Giorno dopo giorno leggo, certo, per migliorarmi, perchè mi accorgo che vengo cercato, perchè vedere che mia zia mi manda un SMS con scritto " grazie Francesco, parlare con te mi ha aiutato tantissimo, oggi per la prima volta ho potuto lavare mia madre da sola, grazie mille, ti voglio bene" e ricevere 20 euro, è stato un feed bellissimo.

Vuol dire che quello che volevo, quello che voglio, aiutare gli altri in modo libero e sincero, mi porta donazioni, e soprattutto soddisfazione personale.

Iscrivermi ad un nuovo programma di business. Adesso sto per affrontare questa nuova esperienza, e so per certo, che se affrontata nel modo giusto, può portarmi solo ottimi risultati.

Chi mi vuol seguire in questo blog, o nel business ( la proposta è stupenda ), contattatemi pure quì : ulisse93@yahoo.it , chi invece pensa di perdere tempo, lasciate stare, so che comunque sia, la strada che avete intrapreso, o decidete di intraprendere, è comunque la migliore per Voi.
E' questo il bello. Tutti siamo liberi di sceglierci la propria strada, valutando i rischi, sentire l'adrenalina, sfruttare la paura in nostro favore.

Per chi è interessato a qualsiasi tipo di crescita, in modo propositivo, paziente, determinato, può contattarmi qua: ulisse93@yahoo.it

Nessuno vi insegue, avete tutto il tempo per riflettere, e se ciò che ho scritto in questo post, vi sembra giusto, beh, con piacere qua per voi adesso.

Grazie,
Francesco.

giovedì 11 giugno 2009

E smetto di fumare.

E questa data ( 11-06-09 ) me la devo segnare. E' una sensazione strana quella che ho sentito stamani mattina. Ero in centro a Firenze ( che caos, code chilometriche per il duomo e gli uffizi..è questa la "famosa" crisi del turismo ah ah ) e ad un certo punto stavo per accendermi una sigaretta.. e mi son sentito stupido. Un cretino. Così, dal niente. Ho cominciato a chiedermi cosa potesse darmi in più una sigaretta, e cosa in meno.

In più? Sicurezza? Benessere? Piacere? Gusto? Come mai la sigaretta dopo il caffè è più buona? Sarà mica perchè effettivamente da sola fa schifo e son portato a spengerla prima? E allora qual'è il vero motivo per cui fumo? Quale?

Figo? Nei confronti di chi? Forte? E perchè? Una sigaretta equivale ad uno sguardo bello deciso e sicuro?

E la mancanza? E' una mancanza reale? Cosa mi manca? La nicotina? Ma son nato con la nicotina in corpo? Astinenza? E cos'è l'astinenza? Non è neanche un'emozione, quindi è una cosa impalpabile, surreale. E così ho detto basta.

Sarà forse perchè sto appunto pian piano imparando a gestire i pensieri. E se voglio smettere di fumare, sapendo che la conseguenza può essere solo in bene ( più denaro, più salute, più buon odore) perchè rimandare? Sì, voglio smettere, ma non oggi. E perchè? La sigaretta ti calma, certo, e risolve anche il problema che ti rende nervoso sì.. Ottimo. Allora guarda, devo pagare la rata della macchina, aspetta che mi accendo una sigaretta, e quando l'ho finita, scendo giù e trovo un assegno nella cassetta della posta, e questo ogni volta che ne accendo una, ma è incredibile.. sì sì... NO NO, NOOOO mi sono svegliatooo era un sognoo!

Inutile davvero fumare, neanche un minimo di divertimento porta una sigaretta. Niente, niente di niente. Se state pensando di smettere, fatelo adesso.

I metodi vengono venduti e funzionano perchè voi ci credete. Ed è giusto. MA se voi credete di poterlo fare, lasciate stare il cerotto, nicotina ed altro. Bastate voi e la mente.

mercoledì 10 giugno 2009

La paura, ciò che ci blocca.

Mamma mia che parola. "Paura".

Paura del nuovo, paura del cambiamento paura di fare e quant'altro.

La paura è un'emozione da noi generata. La paura è generata dalle nostre credenze.

E' vero, può anche metterci in guardia ( esempio, ho paura di buttarmi dal quinto piano... beh è meglio che me la tenga sta paura ).

Spesso però può anche privarci anche se noi lo neghiamo attribuendo le più disperate giustificazioni.

Voglio cambiare lavoro, ma il lavoro che ho è fisso, ed è difficile ad oggi trovarlo. Ok, vero. Io però per esempio il lavoro che ho oggi neanche mi basta per sopravvivere. Chiedere una mano tutti i giorni a qualcuno per tirare avanti, non è il massimo. Il giorno che questo qualcuno non può? Cosa faccio? Però ho un lavoro fisso... benzina 200€ auto rata 240 € ed ecco che praticamente mezzo stipendio se ne va per andare a lavoro.

La paura in questo caso evita di provare il nuovo, quel nuovo che magari potrebbe cambiarci la vita in meglio.

Evitare di non evitare disse una persona a me cara, cosa quanto mai sensata. Dobbiamo superare le paure. Se hai paura di fare una cosa... FALLA.

I cambiamenti, prendendo come atteggiamento, il lato positivo, portano sicuramente benefici, è sempre così. Se lo vedete negativo, portano esiti negativi. Che lo vogliate o no, sarà sempre così.

Funziona, punto e basta, potete farci poco. Letture,tante letture, ed alla fine si scopre che veramente la "paura" si beffa della nostra vita. Imparare a gestirla e farla nostra alleata, è una gran cosa, e nel prossimo articolo, ci sarà un aiutino su come fare.

Un abbraccio, a presto.

Francesco.

Esperienze. C'è sempre anche un lato positivo.

Ho scelto questo titolo perchè troppo spesso siamo stati abituati a vedere il lato "bui" delle cose. Ebbene, sono quì per dirvi che in ogni cosa c'è sia un lato positivo che uno negativo, solo che l'abitudine ci porta a vedere SOLO quello negativo e a cosa ci serve?

Ci serve a migliorarsi? Ci serve a crescere? Ci serve a smettere di commettere quell'errore ( forse questo sì, ma lo si può fare anche con quello positivo ).

Vedendo il lato negativo della situazione, siamo più propensi a gettarci nello sconforto, nella disperazione e frustrazione. Ne deriva un senso di malessere. A cosa ti serve stare male? A cosa? E stare bene a cosa ti serve? Non credi che stare bene ti possa servire a passare meglio le tue giornate?

Non credi che stare bene possa riportarti in pista per raggiungere i tuoi obiettivi? E l'unico modo che hai di stare bene è pensare che ogni avvenimento del tuo passato ha avuto anche i suoi lati positivi, solo che per abitudine, li noti sempre dopo. Inizia da ora a vederli nell'immediato. Esperienza = lato positivo. E' la stessa identica cosa che vederlo negativo. Con un po' di esercizio, diverrà automatico come fino ad adesso hai visto quello negativo, con la differenza che inizi a stare meglio, ad avere più chiari alcuni concetti.

Ripeto, ogni individuo è libero di scegliersi la vita che vuole. Anzi, ogni individuo sceglie continuamente la vita che vuole vivere consapevolmente o inconsapevolmente. Vivere nella consapevolezza è più bello secondo me.

Vivere nella consapevolezza può portare più soddisfazioni. Vivere nella consapevolezza, vuol dire vivere nella libertà di scegliere la propria vita, poichè TUTTI siamo nati per essere liberi.

Ci vorrà del tempo, ma se davvero lo vogliamo, il tempo che servirà a tutto questo, sarà molto più breve di quel che crediamo. Io ci lavoro costantemente, e so che la risposta a quello che voglio è sotto il mio naso. Perchè io la voglio sotto il mio naso, continuamente.

Un abbraccio,Fracesco.

lunedì 8 giugno 2009

Seguiamo questa strada, e cresciamo insieme.

Ho iniziato a leggere un libro davvero molto interessante, indirizzato a tutti quelli che, come me, hanno deciso di migliorare la propria vita IN OGNI AMBITO.



Il libro in questione si intitola "Leader di stesso". Inutile dire che troverete opinioni di ogni tipo riguardo a questo libro. E' normale. Forse invidia, forse poca fede in se stessi, forse troppa razionalità ( che è quella che nuoce ).



Io invece so che tutto ciò che è scritto lì, ed in altri simil testi, è verità. Sono semplicemente persone che credono in quello che fanno, che hanno fatto una scelta di vita "diversa" dal solito, esattamente come la sto facendo io. E devo dire che tutto, TUTTO, sta cambiando.



Questo testo che consiglio dal cuore, vi porta a vedere il mondo in un modo diverso, a vederVI in un modo diverso. Al suo interno ci sono degli esercizi "pratici" molto utili che consiglio di eseguire. Sono più o meno ad un terzo della lettura, ma di questo passo prevedo di finirlo in altri 2 - 3 giorni se non prima.



Chi è alla ricerca di una vita diversa, la può trovare con l'aiuto di questo libro.



Consigliatissimo.



Può volerci del tempo ad accettare certe realtà, può volerci del tempo a capire che siamo tutti "comandati", può volerci del tempo a capire che possiamo diventare liberi. Io ho deciso di provare a diventarlo, IO che vivo da solo da 8 anni, che ho avuto delle difficoltà, e non piccole. MA con quelle posso dire di stare arrivando dove ancora troppe poche persone aspirano.



Abbiamo tutti voleri diversi, ed è questo il bello. Io ho smesso di fare delle scelte, e scelgo di volere tutto ciò che mi piace e va bene per me. Valori affettivi, valori materiali, salute. Tutti e tre, e con tutti e tre sono felicissimo. Ricchezza dice porta alla svalutazione dei valori affetivi e spirituali. Questa è una credenza limitante, con la quale ci hanno fatto crescere per farci "accontentare" del lavoretto da 1000 euro, signori, potete avere tutti di più ritrovando la sicurezza e la fede in voi stessi.



Giorni? Settimane? Mesi? Dipende da quanto volete DAVVERO cambiare.



Vi auguro anche a voi una splendida strada ricca di successo, come ho deciso di intraprendere io. Quanto ci vorrà? Dipenderà da me. Nonostante un imprevisto in famiglia, voglio rimanere concentrato sui miei obiettivi. Egoismo? No, amor proprio, anche perchè con queste soluzioni, potrò finalmente aiutare anche i miei cari. Io sono la svolta della famiglia. Così ho deciso e così è.



Un abbraccio.

giovedì 4 giugno 2009

Ho anche le prove del pensiero positivo adesso, e via via crescono!

Quindi devo continuare così! Ops, sì scusate, stavo parlando da solo e son partito dalla parte finale del mio pensiero.

Quello scrivo del pensiero positivo, è ciò in cui io ho deciso di credere. Ho scperto che tutto quello in cui credo, lo vedo. E' sempre così, in bene, o in male, quasi ai limiti della razionalità. Quante volte diciamo " non è possibile, mi è successa questa cosa e ci stavo pensando qualche giorno fa"! Spesso, molto spesso, specialmente quando quella cosa l'abbiamo veramente immgainata, "sentita", come se l'avessimo provata.

Richiede un discreto sforzo all'inizio questa scelta di vita, un discreto lavoro a livello interiore. Ci sono molti testi che aiutano, e presto fornirò parti di questi materiali gratuiti su questo blog. ( in alternativa come sempre potete contattarmi tramite mail che è riportata in alto a sinistra ). Distribuisco questi materiali perchè SONO DI AIUTO a TUTTI! Dopo averli letti, iniziate a vedere il mondo che vi circonda sotto un'altra prospettiva, GARANTITO ANCHE AL PIU' SCETTICO. Il materiale è gratuito, hai forse paura di cambiare davvero?

Io ero scettico, ma ormai questo giochino fa parte di me e vedo che egregi risultati si ripercuotono e vedo che prendere certe decisioni mi risulta più facile. A volte, per migliorarsi dobbiamo rischiare. Ma il rischio è un limite. Se il rischio riusciamo a vederlo come opportunità... le cose cambiano. Con questi testi, offro opportunità. GRATUITE.

Vi dico questo perchè accadono circostanze stranbe e favorevoli ultimamente nella mia vita, a diospetto del passato. Non sono le circostanze che cambiano, è il mio modo di vivere e vedere la realtà.

Per il momento, un abbraccio.

Francesco.

lunedì 1 giugno 2009

Pensare Positivo funziona.

Sapete perchè dico questo? Perchè riuscite ad ottenere i vostri risultati graxie al pensiero positivo. Poco importa se siete "cattivi" se avete "cattive intenzioni, il vostro "desiderio scaturisce appunto da un "pensiero positivo" su ciò che volete ottenere.

E' quella determinazione e convinzione che vi porta dove realmente avete creduto con tutto il cuore. Pensiero positivo è strettamente legato al desiderio, all'amore, chiamatelo come volete. Il raggiungimento degli obbiettivi avviene tramite queste cose. Se avete ottenuto qualcosa, chi facendosi il mazzo, chi trovandosi per strada tutte le giuste occasioni. Ogni persona ha agito per come si sentiva dentro.

Aveva ben chiaro il suo obbiettivo ed il raggiungimento di tale, ed ogni mezzo a sua disposizione andava bene per raggiungerlo.

Pensare positivo è comune a tutte le persone, che ci si creda oppure no. Positività, aver fiducia, sempre la solita cosa. Io so che quello che voglio lo ottengo. E' questo il trucco. Con quale mezzo, lo decidiamo noi, o lo facciamo decidere a quello che incontriamo per strada. Come spesso non lo sappiamo nemmeno. Magari ne parliamo a qualcuno, ed il nostro obbiettivo comincia a prendere forma, quasi come per magia.

In questi giorni sto comprendendo cose incredibili, che si avverano grazie solo a questo semplice pensiero positivo. E se tutto è un po' più lento, è solo colpa mia. Se ci credo fino in fondo, riesco ad ottenre tutto ciò che voglio! Come lo so? Perchè quello che ho avuto fino ad ora, in bene o in male, è quello che ho voluto, con le paure le cose brutte, con il coraggio e la determinazione quelle belle. Il bivio, la scelta di come ottenerle sta a noi, ed io sicuramente continuo per questa magnifica strada con i miei obbiettivi che so bene essere alla mia portata consapevole adesso che ogni rallentamento di questo obbiettivo e dovuto solo a me. Eppur, qualcosa si smuove..

Un abbraccio. Francesco

Inizia a pensare positivo: Cambia la comunicazione con TE STESSO!

Mai come al giorno d'oggi la comunicazione si fa sempre più importante. Se vuoi vendere, se vuoi comunicare e trasmettere emozioni,se vuoi essere sicuro e convincente. COMUNICAZIONE.

Ma la prima, l'unica vera comunicazione che poi ti permette di comunicare con gli altri, è quella con te stesso. Non puoi comunicare ed esser convincente nel vendere se prima non sei convinto TU. Non puoi trasmettere un'emozione d'amore se prima non ti trovi tu stesso in quella determinata emozione. Non puoi trasmettere fiducia, se prima non senti la fiducia in te stesso.

Tante volte ci diciamo " eppure io credevo davvero di poter dare tanto a quella determinata persona" oppure, " questo prodotto è buono, come mai rimane lì, fermo, invenduto"!

Perchè sbagli la comunicazione con te stesso prima e con gli altri poi. Quel prodotto è buono, lo hai provato? Hai sentito la felicità e l'emozione che funzionasse? O in ambito affettivo: hai sentito l'emozione con quella persona come se fosse già "tua"? Come se già facesse parte della tua vita? Oltretutto con un atteggiamento del genere fai trasparire sicurezza.

Ci sono vari metodi per cambiare la comunicazione con se stessi. Ci sono delle domande evocative che vanno bene sia con se stessi che con gli altri, anche per generare automaticamente dei pensieri positivi:

" ti è mai capitato di conoscere una persona e provare subito un senso di intesa? Per quello che dice, per quello che ti comunica, ora potrebbe essere uno di quei casi...."

"Ti capita mai di leggere un argomento e sentirti interessato da questo al punto di voler arrivare in fondo alla pagina e dire: mamma mia, quì posso imparare qualcosa nel mio modo di pensare"

E con questa domanda la tua mente non solo potrebbe essere incuriosita da questo argomento, ha proprio evocato in te un senso di curiosità, per quello che è scritto quì, e per quello che potrei essere io.

Puoi cambiare la comunicazione con te stesso. Iniziare a migliorare TU per migliorarti anche nel mondo che ti circonda.

Contattami se vuoi qualche approfondimento, ovviamente GRATIS. Mandami una mail, e ti spedisco dei testi che a me son risultati utili. Ovviamente, uno per volta.

Un abbraccio, Francesco.

Realizzare I Tuoi desideri? Anima Gemella?

Finalmente è possibile!

Valuta il Mio Prodotto! Garanzia 100%


Entra in http://www.leggeattrazione.net/













Pensiero positivo © 2008 Por *Templates para Você*